• Home
  • Libri
  • #InEstateLeggo: libri in lettura, sul comodino o sul kindle

#InEstateLeggo: libri in lettura, sul comodino o sul kindle

L’estate è decisamente arrivata: il caldo afoso non ci lascia dormire già da due settimane e le notti estive sono diventate, come ogni anno, molto più lunghe di quelle invernali. Se soffrite di una leggera insonnia in estate potete provare con qualche goccia di valeriana o melatonina, potete piazzarvi davanti alla tv e divorare l’intero catalogo di Netflix, Now tv, Infinity, ecc…oppure se, come me, siete molto pigri e pur non riuscendo a prendere sonno proprio non avete nessuna voglia di alzarvi dal letto, i libri saranno la vostra salvezza! Non che la lettura non lo sia anche nel resto dell’anno, ma nella calda stagione diventa in assoluta la compagna fedele di ogni mia notte.

In questi primi giorni dell’estate 2017 – anche se, a pensarci bene, siamo già a luglio – mi fanno compagnia:

  • Shantaram di G. D. Roberts; forse ve ne avevo parlato già qualche tempo fa, ma da quando ho cominciato a praticare yoga mi è tornato in mente questo libro, consigliatomi da un amico tanguero milanese almeno otto anni fa. In questi anni ci siamo completamente persi di vista e mai più incontrati, ma mi è rimasto impresso il titolo del libro: sarà per il nome indiano (che tradotto letteralmente significa uomo della pace di Dio), sarà perché è da molto tempo che lo tengo in mente per evitare di dimenticarlo, sarà per l’influsso dello yoga, ma finalmente il momento di leggerlo è arrivato. Sono ancora alle prime pagine, ma ogni volta che lo leggo mi ritrovo letteralmente tra i profumi speziati di Bombay e le guglie bianche della moschea di Haji Ali.

  • Storie di ordinaria follia. Erezioni eiaculazioni esibizioni di C. Bukowski; uno dei regali dell’ingegnere per San Valentino, che ricordandosi del mio desiderio di voler leggere qualcosa di suo, ha scelto fra tutti la raccolta di racconti/biografia a puntate dello scrittore statunitense. Personaggi disperati, depressi, sull’orlo di una crisi; barboni, prostitute, lavoratori precari, ubriaconi: sono i relitti di un mondo basato sull’American Dream, che da rumore di fondo diventano protagonisti vicini a noi, l’esito disperato di una società troppo veloce e chimicamente esaltata. 
  • Atlante leggendario delle strade d’Islanda di J. R. Hjalmarsson; non so voi, ma la mia voglia di vedere l’Islanda cresce di giorno in giorno e aspettare il momento in cui, finalmente, salirò su un aereo per Reykjavik sta diventando molto difficile. Così mi preparo al viaggio nel terre di ghiaccio e di fuoco con l’ultimissimo libro di Iperborea (casa editrice che diffonde la letteratura del Nord Europa in Italia). A parte le bellissime storie, i miti e leggende raccontati attraverso un viaggio letterario tra le località più famose e gli angoli più remoti, ad avermi conquistato sono state le mappe e le illustrazioni: molto più di un semplice decoro, ti accompagnano alla scoperta dell’isola e dei suoi luoghi. Sicuramente lo porterò con me in viaggio, come guida fidata d’Islanda.
  • Il copywriter. Mestiere d’arte di E. Pirella; tra i libri in lettura non può mai mancare un saggio, un manuale o un approfondimento sul mio lavoro. Un po’ per la voglia di imparare sempre qualcosa di nuovo o di confrontarmi con colleghi&co, un po’ per la copertina simpaticissima, un po’ perché è considerato uno dei libri top per chi vuole fare il copy, ma mi ha già convinto della sua estrema chiarezza ed utilità. Come un viaggio nel tempo l’excursus scritto da Emanuele Pirella mi sta portando dentro gli studi delle grandi agenzie di pubblicità del passato insegnandomi veramente molto.
  • Il bar sotto il mare di S. Benni; in realtà di questo libro ho ancora letto solo la quarta di copertina, ma sia quel breve testo che la copertina in blu dell’edizione economica di Feltrinelli mi fanno ben sperare. Di Stefano Benni, lo ammetto, non ho ancora letto nulla (mea culpa, mea maxima culpa!) ma spero che questa raccolta sia un felice inizio di una conoscenza futura più approfondita.

E voi cosa avete sul comodino, kindle, kobo, pc, ecc…? C’è qualche lettura che avete tenuto in serbo per anni e state rispolverando?

Curiosa, chiacchierona, giornalista per diletto, copywriter, lettrice instancabile, puntigliosa, a volte polemica. Amo l'odore dei libri nuovi e sul comodino ne ho sempre almeno 4/5 già iniziati.

3 Comments

Lascia un commento