Letture d’estate parte II

Il tanto atteso mese d’Agosto è arrivato! Per qualcuno l’estate è già agli sgoccioli, per altri, come la sottoscritta, le ferie devono ancora arrivare, ma che siate già in vacanza oppure no a farci compagnia in questo periodo di relax in riva al mare ci sono spesso dei bei libri. Nel mio caso c’è un altra bella lista nutrita, ma stavolta non si tratta di romanzi, racconti e poesie ma di saggi, manuali e riflessioni che vanno dalla genetica, all’informazione e al giornalismo, dal marketing puro alla distorsione del lessico, fino al social network per eccellenza, Mr. Facebook.

Eccovi dunque i libri in lettura del mio caldo Agosto 2017!

  • La manomissione delle parole  di Gianrico Carofiglio;

    Pagato in super offerta su Amazon.it meno di tre euro, è un bel saggio/riflessione breve sullo stravolgimento che subiscono parole come “libertà”, “popolo”, “amore” e “giustizia” e sul pericolo che lo slittamento semantico, operato spesso dai partiti politici, causa ad un’intera comunità. La scorrevolezza di Carofiglio, gli approfondimenti giuridici con piccole digressioni nella filosofia di Aristotele e Platone lo rendono interessante e di facile lettura. Io l’ho finito in un paio di giorni, complici i rimandi alle vicende di attualità di personaggi politici italiani, conosciuti in tutto il mondo per il loro modo buffo ma furbo di presenziare nella scena politica del nostro paese.

  • Senza filtro. Chi controlla l’informazione di Alessandro Gazoia;

    Acquistato lo scorso anno, è uno di quei libri iniziati e poi rimasti a decantare nella mia libreria, fino a quando, qualche giorno fa, quando ho deciso di riprenderlo a leggere. Anche in questo caso si tratta di una saggio, stavolta sull’informazione sempre meno fruita tramite i canali tradizionali a vantaggio dei nuovi attori, i social media e il web. Lo strumento di accesso non solo alle notizie, ma all’intero mondo non è più rinchiuso nelle pareti domestiche ma nelle nostre tasche: lo smartphone. Cambiano così gli strumenti di interpretazione dell’informazione e le nostre stesse coscienze subiscono una trasformazione continua e profonda. Il crollo delle usuali mediazioni fa sì che concetti fondamentali, come il diritto di parola e la libertà d’informazione, vengono ridiscussi e reinterpretati alla luce di strumenti che hanno ridotto moltissimo le barriere tra chi fruisce l’informazione e chi la produce.

  • Il gene egoista di Richard Dawkins;

    Dopo il primo anno di Sociologia e le belle lezioni sul neodarwinismo, il libro di Dawkins è entrato nella wishlist mentale dei saggi da leggere assolutamente una volta nella vita. Il suo L’illusione di Dio, ironico e irriverente al tempo stesso (da evitare se non si vuole mettere in discussione tematiche come religione e Bibbia), mi aveva fatto innamorare del suo stile serio e scientifico, ma mai noioso o arrogante. Finalmente dopo diversi anni sto leggendo il saggio sulla teoria dell’evoluzione analizzata dal punto di vista dei geni e che nel 1976 costituì  il punto di partenza per la formulazione del concetto di meme, termine che descrive l’unità base dell’evoluzione culturale umana analoga al gene.

  • Funnel marketing formula di Michele Tampieri;

    Conosciuto tramite un post della Facebook Marketer Veronica Gentili, è un utilissimo manuale che spiega, senza girarci attorno, cosa siano davvero questi benedetti funnel (finora associati sempre da me e da molti altri a degli imbuti colorati!). Invece dal libro di Michele ho già capito che i funnel sono dei sistemi composti da insiemi di elementi (più simili a dei diagrammi di flusso, che a degli imbuti!) che hanno lo scopo di creare una relazione, educazione, e far vivere all’utente un’esperienza tale da portarlo alla conversione e che, cosa importantissima, non ne esiste un unico tipo, ma diversi in base al settore e al vostro obiettivo.

  • Facebook marketing plan di Veronica Gentili.

    Last, but not least ho finalmente acquistato (anzi è stata la mia mami a regalarmelo) il nuovo libro di Veronica Gentili, guru italiana del Facebook marketing nonché punto di riferimento incrollabile per aggiornamenti e ADS sul re dei social network. I suoi blog post sono una miniera inesauribili di info corrette e spesso introvabili altrove, di suggerimenti e accortezze che hanno fatto la differenza nella mia conoscenza di Facebook e del marketing legato alla piattaforma.

E voi quali libri state portando in vacanza o avete già iniziato a leggere sotto l’ombrellone?

Curiosa, chiacchierona, giornalista per diletto, copywriter, lettrice instancabile, puntigliosa, a volte polemica. Amo l'odore dei libri nuovi e sul comodino ne ho sempre almeno 4/5 già iniziati.

Lascia un commento