• Home
  • Libri
  • Guide di adv e marketing: quello che in quarta di copertina non dicono

Guide di adv e marketing: quello che in quarta di copertina non dicono

Il venerdì è finalmente giunto e la settimana lavorativa è arrivata al termine. Mi pregusto già un bel weekend di relax, mini viaggi e letture. Perché per chi ha le ore (libere) contate, il tempo dedicato ai libri, oltre ad essere sacro, va reperito spesso nel fine settimana e utilizzato saggiamente. Ed è proprio da questa considerazione che nasce l’argomento di oggi, ovvero la vera utilità delle guide pseudo-tecniche sul marketing, sui social e sull’adv in generale, che promettono di svelarti  la chiave del successo, il mistero dei misteri e il terzo segreto di Fatima. Fatta eccezione per il messaggio svelato ai tre pastorelli (che potrebbe realmente essere raccontato in qualche testo), mi sto sempre più convincendo che queste “guide miracolose” siano delle letture da pomeriggio, spesso molto accattivanti in copertina, ma realmente poco interessanti nei contenuti.

Qualche mese fa, presa anch’io dalla sindrome dell’impostore, ho acquistato diversi libri scritti da guru del marketing, Facebook advertising & co per imparare da questi big il giusto metodo, piano o schema universale, da adattare poi alle specifiche del brand. Ma spesso e volentieri sono rimasta abbastanza delusa da queste letture, che non definirei errate o ingannevoli, ma delle semplici letture.

Di segreti da Area 51 non c’è nemmeno l’ombra, né di metodi infallibili o di schemi di successo universale, perché banalmente non ne esistono (e se qualcuno crede seriamente che esistano, per convincermi dovrebbe dimostrarmelo col metodo scientifico!). Ma ancora più deludente è il fatto è che questi testi hanno molto poco della guida, in senso classico: non sono presenti le indicazioni reali per l’utilizzo di uno strumento (come nel caso di Facebook), software o di una particolare tecnica, né dei metodi diversi per svolgere una certa azione. E per quanto possa sembrare strano, risulta molto più utile leggere gli articoli del Centro Assistenza del Social Blu, giusto per farvi un esempio.

Con ciò non voglio demonizzare ogni testo scritto su questi argomenti, lungi da me volerlo fare.  Anzi proprio in questi giorni sto leggendo un libro molto interessante sul SEO scritto da Francesco Margherita, Manuale di SEO Gardening, che ha un approccio molto poco da ipse dixit, ma anzi poco ortodosso e sicuramente più ironico. Quello che, però, voglio consigliarvi è di analizzare attentamente quello che state leggendo e di porvi con un atteggiamento critico (in maniera costruttiva, s’intende!) alla lettura. Non prendete ogni parola per oro colato e soprattutto non fidatevi delle facili e superbe promesse scritte in copertina; e quando ne avete la possibilità, prima di acquistarli leggete sempre l’estratto (come quelli che trovate su Amazon) di questi libri: vi potreste ritrovare, come me, a rimpiangere tutto il tempo che avete destinato alla lettura di queste “guide”, quando l’avreste potuto impiegare per leggervi o rileggervi un bel classico come Anna Karenina.

Curiosa, chiacchierona, giornalista per diletto, copywriter, lettrice instancabile, puntigliosa, a volte polemica. Amo l'odore dei libri nuovi e sul comodino ne ho sempre almeno 4/5 già iniziati.

Lascia un commento