Miracle Morning parte prima

I minuti di meditazione che ti cambiano la giornata

Nell’ultimo articolo vi avevo raccontato di come avessi iniziato ad applicare la routine “miracolosa” di Hal Elroad dopo aver letto il suo libro The Miracle Morning: Trasforma la tua vita un mattino alla volta, prima delle 8:00. Dopo un inizio abbastanza positivo e pieno di entusiasmo, è subentrata la fase due, ovvero la fase in cui dopo aver sperimentato la nuova energia data dal praticare la routine mattiniera ci si comincia ad adagiarsi sugli allori. Si comincia con il Fitbit scarico e l’assenza della sveglia, con una notte insonne, una mezza giornata libera e quei fondamentali minuti che mi facevano iniziare col piede giusto venivano sempre più posticipati. Ricadere nelle vecchie abitudini è facile quanto rientrare nel loop di stress-stanchezza-insoddisfazione.    

Per questo voglio mettere nero su bianco per voi (ma anche per me stessa) i benefici che si ottengono dal praticare con costanza, nonostante tutto, la Miracle Morning. Fosse anche la versione ridotta da soli 6 minuti! Perché può capitare sicuramente a tutti di non sentirsi troppo bene, avere soltanto voglia di restare nascosti nel proprio bozzolo-letto, ma è proprio in queste giornate difficili che mi è servito maggiormente praticare i life SAVERS seppure in una versione ridotta.

Più ci si sente giù, più serve meditare

Specialmente nelle brutte mattine in cui ci sente poco bene iniziare la giornata con la meditazione, la visualizzazione e le affermazioni positive mi ha permesso di ritrovare la positività che viene sommersa dai subdoli e facili pensieri negativi-distruttivi: “non ce la faccio”, “sono sempre giù”, “non riesco a combinare niente”, “mi sento una fallita”. Pensieri di questo tipo, oltre ad essere deleteri per noi stessi, sono così semplici e immediati da essere pensati che nemmeno ci si accorge del male che ci fanno e del circolo vizioso e inarrestabile che scatenano. Sono un po’ come il cibo spazzatura, come delle patatine fritte: si inizia a mangiarle perché ci si sente giù, l’averle mangiate ci fa sentire in colpa e per attenuare i sensi di colpa si continua a mangiarle.

Ma basta una meditazione guidata da 5 o 10 minuti al massimo per interrompere questi pensieri e per ascoltare e visualizzare affermazioni positive che ci stimolano a dare il meglio, ad affrontare con energia e determinazione la giornata. Semplicemente ascoltando delle frasi diverse da quelle che la nostra mente sta formulando, smettendo di ascoltare quell’antipatica vocina interiore – costantemente focalizzata sui nostri insuccessi – per dare ascolto a semplici affermazioni positive, è come se si togliesse la corrente alla negatività per accendere invece la lampadina della positività. Anche se per soli 5 minuti, il nostro subconscio assimila e fa sue le frasi di apprezzamento e di incoraggiamento che ci permettono di ricordarci delle nostre qualità, ma anche degli aspetti di noi stessi che vorremmo migliorare. Solo la gentilezza e la gratitudine fungono da stimolo reale al cambiamento, senza forzature, attriti o aggressività.

Per chi non sa ancora come cominciare a praticare la meditazione guidata la mattina ma vorrebbe tanto iniziare, vi lascio la breve lista dei miei video preferiti.

Video di meditazione per la Miracle Morning

  1. Meditazione del mattino di Carlo Lesma (10 minuti);
  2. Potenti Affermazioni Positive per la Mattina di Louise Hay (5 minuti);
  3. Meditazione guidata quotidiana di Cloe Zen  (8 minuti).

Durante la settimana li alterno in base alla disponibilità di tempo o in base a quello che sento più adatto al mio stato d’animo, ma sono tutti molto validi e mi stanno aiutando nel trovare ogni mattina il giusto modo per affrontare al meglio le mie giornate.

Avete altri video/meditazioni da consigliare o avete già ascoltato i video della lista? Fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti! 🙂

 

Vi auguro una buona domenica! 

Curiosa, chiacchierona, giornalista per diletto, copywriter, lettrice instancabile, puntigliosa, a volte polemica. Amo l'odore dei libri nuovi e sul comodino ne ho sempre almeno 4/5 già iniziati.

Lascia un commento