Scrive sul taccuino

La prima volta non si scorda mai

Chi di voi non hai mai sentito questo detto, batta un colpo!

Usato ed abusato, fino ad essere diventato un’espressione passepartout, è il MOTTO dei romantico-nostalgici per eccellenza. Eppure l’ebbrezza (leggi “l’incoscienza”) della prima volta che si tiene in mano una penna, quel senso di vertigine e/o di nausea che ci tormenta e contorce le budella alla prima parola scritta difficilmente lo sentiremo ancora. E meno male!

Quindi, con quel senso di eccitazione&paura apro ufficialmente le danze al blog Vittoria Scrive, un contenitore-rubrica personale, ma non troppo.

Se vi state chiedendo quale strategia e piano editoriale ci siano dietro queste pagine, vi rispondo immediatamente: in realtà nessuno! Dopo le analisi e pianificazioni su post blog, tweet e comunicati stampa durante le ore di lavoro, quello che ci vuole è una zona franca, in cui poter scrivere liberamente, in modo un po’ bohemienne, uscendo fuori dal coro di regole e dettami. Nessun obbiettivo a lungo termine, nessun calendario serrato, né pubblicazioni-mantra sui “5 segreti per avere successo sul web”.

Se cercate un blog che dispensi ricette perfette, che sia aggiornato e puntuale o che segua i trend del momento, questo non è decisamente il posto che cercate.

20160203_140852

L’INIZIO DI QUESTA NUOVA AVVENTURA LO FACCIO PARTIRE DA QUI: LA STAZIONE DELLA MIA CITTÀ.

Se al contrario vi appassiona il mondo dei libri, se siete curiosi della vita “culturale” della Sicilia, delle assurde sorprese che riserva quest’isola, allora, siete i benvenuti!

L’unica regola del blog è nessuna regola: leggete, divertitevi, annoiatevi, arrabbiatevi, sbuffate, chiudete la pagina o riapritela subito dopo. Tutto è lecito, siate liberi di commentare ogni post o di non farlo mai.

A tutti voi auguro Buona lettura e Buon divertimento!

Curiosa, chiacchierona, giornalista per diletto, copywriter, lettrice instancabile, puntigliosa, a volte polemica. Amo l'odore dei libri nuovi e sul comodino ne ho sempre almeno 4/5 già iniziati.